La Notte dei Classici 2022
La Notte dei Classici 2022

L’appuntamento con la Notte dei Classici 2022, solo in parte interrotto dalla pandemia, torna progressivamente alla normalità. Quest’anno l’evento si svolgerà in modalità mista, con interventi in presenza e a distanza, nel pieno rispetto della normativa vigente.

Dalle 18:00 alle 24:00 di venerdì 6 maggio 2022 gli studenti del Petrarca di Trieste promuoveranno la cultura attraverso spettacoli, dibattiti, musica e letture animati dall’entusiasmo e dalla voglia di condividere le loro esperienze.

L’evento si svolgerà presso i locali di via Rossetti, 74 e sul canale YouTube della scuola.

Il logo è stato realizzato da Caterina Babbini della 1A

Con il prezioso contributo di
ARCA
Associazione Igor Slavich

Salus, salute e salvezza

Il tema prescelto per la Notte dei Classici del 6 maggio 2022 è Salus, termine che trae ispirazione dal quotidiano, dal vissuto di questi ultimi due anni in cui abbiamo imparato ad adottare comportamenti atti a preservare il benessere individuale e collettivo.

Analizzeremo l’argomento da più punti di vista e interpreteremo i princìpi di salute e salvezza, attingendo dai grandi insegnamenti della storia, della letteratura, dell’arte e della filosofia per dare spazio a riflessioni sulle tematiche concernenti la cura del corpo, della mente e dell’anima.

Icona
Programma Notte dei Classici 2022

Si comunica che le prenotazioni per l’evento in presenza
hanno raggiunto il numero massimo consentito

Il progetto

Il progetto, nato da un’idea del prof. Rocco Schembra dei Licei Gulli e Pennisi di Acireale, si propone di realizzare letture, conferenze, rappresentazioni teatrali e musicali con lo scopo di valorizzare la cultura classica, tradizionale ed europea, in un momento storico in cui si discute a proposito dell’utilità dei saperi umanistici.

Nel 2022 si celebra l’VIII edizione.

Gli ospiti

Marco Fernandelli

Marco Fernandelli, professore di Lingua e Letteratura latina dell’Università di Trieste, fornirà il suo contributo con la conferenza “Racconti accurati e curativi, nell’antichità e oltre”.

maggiori informazioni

È Professore Associato di Lingua e Letteratura Latina presso l’Università di Trieste e Delegato all’orientamento del Dipartimento di Studi Umanistici.

Esperto di poesia latina, in particolare di Catullo e Virgilio, e di ricezione dell’antico, è autore di numerosi articoli scientifici e monografie, fra cui ricordiamo Catullo e la rinascita dell’epos: dal carme 64 all’Eneide, Olms 2012.

Dal 1987 al 2000 ha insegnato al Liceo Petrarca di Trieste e, dal suo ingresso nell’Università, ha ideato e realizzato diversi progetti mirati a coinvolgere scuola e università nella ricerca e nella formazione, come la European Summer School of Classics.

Marco Fernandelli

Marco Fernandelli, professore di Lingua e Letteratura latina dell’Università di Trieste, fornirà il suo contributo con la conferenza “Racconti accurati e curativi, nell’antichità e oltre”.

maggiori informazioni

È Professore Associato di Lingua e Letteratura Latina presso l’Università di Trieste e Delegato all’orientamento del Dipartimento di Studi Umanistici.

Esperto di poesia latina, in particolare di Catullo e Virgilio, e di ricezione dell’antico, è autore di numerosi articoli scientifici e monografie, fra cui ricordiamo Catullo e la rinascita dell’epos: dal carme 64 all’Eneide, Olms 2012.

Dal 1987 al 2000 ha insegnato al Liceo Petrarca di Trieste e, dal suo ingresso nell’Università, ha ideato e realizzato diversi progetti mirati a coinvolgere scuola e università nella ricerca e nella formazione, come la European Summer School of Classics.

Lucia Cecio

Lucia Cecio, storica dell’arte e responsabile dei Servizi Educativi presso l’Accademia Carrara di Bergamo, ci aiuterà a comprendere il legame tra arte e benessere attraverso alcuni importanti progetti realizzati dall’Accademia. 

maggiori informazioni

Sulla sua esperienza afferma che: “I musei fanno bene! I progetti di Accademia Carrara tra educazione al patrimonio e benessere. Molte persone rimangono affascinate quando dico di lavorare in un museo ma spesso non sanno bene cosa significhi.

In questo intervento, provo a raccontare il mio lavoro presentando alcuni progetti dell’Accademia Carrara e in particolare quelli che svelano il potere nascosto dell’arte e dei musei: suscitare benessere!”

####################

Storica dell’arte, specializzata in Educazione al patrimonio, e attualmente Responsabile dei Servizi Educativi presso l’Accademia Carrara di Bergamo.

Il suo interesse è rivolto, in particolare, al coinvolgimento dei pubblici, con un’attenzione specifica alle persone fragili e con disabilità, che porta avanti anche come dottoranda in Education in the Contemporary Society (Università Milano-Bicocca).

Socia fondatrice dell’Associazione culturale LopLop, specializzata in attività didattiche e progetti per bambini e famiglie, e dell’Associazione Italiana Educatori Museali (AIEM), la prima realtà italiana impegnata nel percorso di riconoscimento della figura professionale.

Lucia Cecio

Lucia Cecio, storica dell’arte e responsabile dei Servizi Educativi presso l’Accademia Carrara di Bergamo, ci aiuterà a comprendere il legame tra arte e benessere attraverso alcuni importanti progetti realizzati dall’Accademia. 

maggiori informazioni

Sulla sua esperienza afferma che: “I musei fanno bene! I progetti di Accademia Carrara tra educazione al patrimonio e benessere. Molte persone rimangono affascinate quando dico di lavorare in un museo ma spesso non sanno bene cosa significhi.

In questo intervento, provo a raccontare il mio lavoro presentando alcuni progetti dell’Accademia Carrara e in particolare quelli che svelano il potere nascosto dell’arte e dei musei: suscitare benessere!”

####################

Storica dell’arte, specializzata in Educazione al patrimonio, e attualmente Responsabile dei Servizi Educativi presso l’Accademia Carrara di Bergamo.

Il suo interesse è rivolto, in particolare, al coinvolgimento dei pubblici, con un’attenzione specifica alle persone fragili e con disabilità, che porta avanti anche come dottoranda in Education in the Contemporary Society (Università Milano-Bicocca).

Socia fondatrice dell’Associazione culturale LopLop, specializzata in attività didattiche e progetti per bambini e famiglie, e dell’Associazione Italiana Educatori Museali (AIEM), la prima realtà italiana impegnata nel percorso di riconoscimento della figura professionale.

Saverio Gaggioli

Saverio Gaggioli, insegnante di Filosofia e Storia, giornalista e autore di raccolte poetiche e saggi storici, affronterà con gli studenti un approfondimento sul valore salvifico della poesia nella sua personale esperienza di poeta e in quella di altri autori contemporanei.

maggiori informazioni

Si è laureato in storia moderna presso l’Alma Mater Studiorum del capoluogo emiliano. È insegnante di filosofia e storia; come giornalista pubblicista ha collaborato con periodici e riviste.

È membro di Accademie culturali, del consiglio direttivo dell’associazione “San Michele” e del Coordinamento scientifico per le ricerche sugli ordini religiosi – militari.

Sempre in tale ambito ha curato, all’interno della rassegna ArteFilm, l’incontro riguardante Francisco Goya.

È tra i fondatori delle rassegne poetiche “Elefanti nell’anima” e “Poetando per Appennino”, ospitate nelle province di Bologna, Modena e Pistoia.

Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesie: Caduche emozioni (Anselmi 1999), Voci di poesia (Edizioni Stella 2000), scritto assieme al poeta Giovanni Duca nell’ambito del “Memorial Chiusole” di Villa Lagarina (Trento) e Frammenti di luce (I Quaderni del Battello Ebbro 2005).

Saverio Gaggioli

Saverio Gaggioli, insegnante di Filosofia e Storia, giornalista e autore di raccolte poetiche e saggi storici, affronterà con gli studenti un approfondimento sul valore salvifico della poesia nella sua personale esperienza di poeta e in quella di altri autori contemporanei.

maggiori informazioni

Si è laureato in storia moderna presso l’Alma Mater Studiorum del capoluogo emiliano. È insegnante di filosofia e storia; come giornalista pubblicista ha collaborato con periodici e riviste.

È membro di Accademie culturali, del consiglio direttivo dell’associazione “San Michele” e del Coordinamento scientifico per le ricerche sugli ordini religiosi – militari.

Sempre in tale ambito ha curato, all’interno della rassegna ArteFilm, l’incontro riguardante Francisco Goya.

È tra i fondatori delle rassegne poetiche “Elefanti nell’anima” e “Poetando per Appennino”, ospitate nelle province di Bologna, Modena e Pistoia.

Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesie: Caduche emozioni (Anselmi 1999), Voci di poesia (Edizioni Stella 2000), scritto assieme al poeta Giovanni Duca nell’ambito del “Memorial Chiusole” di Villa Lagarina (Trento) e Frammenti di luce (I Quaderni del Battello Ebbro 2005).